Spiaggiamento di massa di balene testa di melone su Boa Vista

AGGIORNATO 29/09/2019

LE PERSONE TENTANO DI SALVARE I GALLES STRANDATI IN BUONA VISTA

Nonostante gli sforzi di tutte le persone che si sono offerte di salvare le balene arenate a Boa Vista, la maggior parte degli animali è tornata sulla costa. Dall’evento, il CV del BIOS, il Ministero dell’Agricoltura e dell’Ambiente e il governo della città hanno monitorato la situazione e riferito che 136 delle 164 balene sono state trovate morte sulla spiaggia dell’altare.

Il CV del BIOS ha raccolto campioni e raccolti dati biometrici da 50 balene e 4 sono stati congelati presso le strutture del CMBV. Per evitare la possibile diffusione della malattia, le carcasse rimanenti vengono seppellite dalla delegazione MAA-BV. In collaborazione con MARCET, un progetto europeo, i biologi dell’Animal Health Institute (USA) e dell’Università di Las Palmas (Gran Canarias) stanno viaggiando a Boa Vista per necropsia delle carcasse, nel tentativo di spiegare perché ciò è accaduto. Coglieranno inoltre l’opportunità di formare scienziati locali per il futuro.

Fonte: Bios CV

Durante una pattuglia mattutina di tartarughe, intorno alle 5:30 del 24 settembre 2019, 17 balene con la testa di melone sono state trovate sulla spiaggia vicino a Bofereira, sulla costa di Boa Vista. Personale CV e volontari del BIOS sono stati immediatamente chiamati per aiutare. Alle 7 del mattino, 164 persone erano bloccate sulla spiaggia.

Durante il giorno, circa 100 persone provenienti da tutta l’isola sono venute per aiutare a riportare questi animali in mare, tra cui: membri del Ministero dell’agricoltura e dell’ambiente, polizia nazionale, autorità marittime, ispettori della pesca, ONG Fondazione Tartaruga, Natura 2000, Bios CV e Maralliance, aziende turistiche e loro clienti e membri della comunità di Bofereira, Norte e Sal Rei.
Sfortunatamente, la missione di salvataggio non ha avuto successo poiché la maggior parte dei cetacei che sono stati restituiti al mare sono emersi. La mortalità finale non è stata ancora determinata.

Le balene dalla testa di melone (Peponocephala electra) sono membri altamente sociali della famiglia dei delfini che vivono in gruppi di centinaia di individui. Sono noti per non aver abbandonato i loro membri del gruppo e questo potrebbe essere il motivo per cui molti hanno seguito i loro compagni sulla spiaggia. Insieme all’inquinamento e alle interazioni con i pescherecci, una delle principali minacce a questa specie è il rumore dell’oceano. I rumori forti li inducono a fuggire da aree importanti per la loro sopravvivenza e hanno anche dimostrato di far incagliare i gruppi e, alla fine, la morte. Sfortunatamente, questo non è un evento unico in Boa Vista, ma la causa dei filamenti è ancora sconosciuta.

Fonte: fisheries.noaa.gov