Situazione corona virus a Boavista Capo Verde

AGGIORNAMENTO 25 agosto 2020:
Dopo essere stata completamente chiusa per 2 mesi in Stato di Emergenza, l’isola di Boavista si trova ora COVID-free da più di 90 giorni. Su alcune altre isole sono presenti pazienti positivi, per la maggior parte asintomatici. Gli spostamenti tra le isole sono limitati ed è obbligatorio il test PRC effettuato massimo 72h prima del viaggio.

La stessa regola si applica per viaggiatori che arrivano dall’estero, ad oggi possibile tramite voli della compagnia area TAP, via Lisbona, con scalo a Praia e S. Vicente. Sono previsti ulteriori voli diretti per Sal e Boavista a partire da metà settembre. Per il momento, queste connessioni sono considerati corridoi aerei per cittadini capoverdiani, residenti, parenti, proprietari di impresa o di immobili e lavoratori con regolare contratto. Vige l’obbligo di mascherina nei locali pubblici, e nonostante la situazione sull’isola sia completamente sotto controllo, le autorità invitano alla massima cautela.

E’ prevista l’apertura di corridoi aerei similari anche per altri paesi, tra cui l’Italia (probabilmente Milano) per la fine di settembre. Nel frattempo sono in corso i lavori di ampliamento dell’ospedale locale, per l’apertura di un centro di virologia e trattamento anti-COVID, come condizione essenziale per la riapertura dei voli internazionali al turismo. Appena possibile, daremo ulteriori informazioni.

Dall’inizio della pandemia ad oggi si contano 3.568 casi di Corona Virus a Capo Verde (di cui solo 57 a Boavista), 2.673 pazienti recuperati, 856 attivi e 37 morti.

AGGIORNAMENTO 15 luglio 2020: La ripresa dei collegamenti aerei in tutto il Paese il mercoledì, con 34 voli settimanali all’inizio per l’arcipelago, secondo il direttore dei trasporti interislandistici di Capo Verde (TICV) Luis Quinta, i voli saranno effettuati da un solo aereo e con il controllo in transito delle persone. L’uso obbligatorio di maschere, misuratore di temperatura e test rapidi sono per ora le misure attuate per chiunque voglia viaggiare tra le isole. Si prevede un aumento del numero di persone con la ripresa dei voli internazionali previsti per il mese di agosto.

AGGIORNAMENTO 28 giugno 2020: Nell’isola di Boavista non sono stati registrati altri casi di covid 19. Boavista continua ancora Covid Free senza alcun segno di cambiamento dello scenario, ma questo non si può dire di altre isole, che a livello generale ci troviamo in una situazione in cui, il numero di beni è aumentato in alcune contee del paese, il tasso di recupero è al 55,3%, e il tasso di letalità complessivo è allo 0,87%.

AGGIORNAMENTO 22 maggio 2020: Boavista è ufficialmente COVID-free. Con tutti i pazienti guariti, Boavista è senza casi attivi di Covid-19. Tenendo conto dell’attuale situazione del nuovo coronavirus, lo scenario della paralisi economica è visibile in diversi settori dell’economia mondiale. Tuttavia, uno dei più colpiti è il settore turistico, che ha subito un declino straordinario e significativo delle sue attività. Per questo motivo, si stanno compiendo sforzi in tutto il mondo per tornare gradualmente alla normalità.

A Capo Verde, Covid-19 ha bloccato la dinamica del flusso di passeggeri sia a livello nazionale che internazionale, incidendo drasticamente su tutti i settori dell’economia del paese. Con tutti i pazienti guariti e senza nuovi casi sull’isola di Boavista, il governo e le aziende sono ottimisti sulla riapertura di questo settore nelle isole turistiche dell’arcipelago.

Tutti i voli internazionali sono ancora sospesi, ma con tutte le misure di sicurezza sanitaria in atto, il governo di Capo Verde prevede di riaprire le attività sull’isola a luglio. Il governo ha anche affermato che tutte le misure sono state imposte affinché Capo Verde possa essere una destinazione turistica di “alto livello” di sicurezza sanitaria.

Vale la pena ricordare che le più grandi catene alberghiere e turistiche di Capo Verde, sono già preparate, seguendo tutte le raccomandazioni della direzione sanitaria nazionale, con procedure, tecnologie e team di pulizia rinforzati e formati per garantire la sicurezza di tutti i clienti. Le condizioni per la distanza sociale sono già implementate in tutto il settore turistico, dagli stabilimenti alberghieri a quelli balneari.

Boavista è una delle isole di Capo Verde più colpite economicamente, da questa pandemia, soprattutto perché tutte le attività sull’isola ruotano attorno al settore turistico che è attualmente paralizzato. Per riprendere al più presto questa attività, tutto è già pronto in modo che i turisti possano respirare aria fresca, essere più vicini alla natura o nuotare nelle acque tranquille di questo piccolo paradiso nel mezzo dell’Atlantico, dopo questo lungo periodo di contenimento.

Le migliori sistemazioni per garantire la massima sicurezza sanitaria possibile sono le ville e gli appartamenti, dove la distanza sociale necessaria che deve essere mantenuta è più pratica. Molti appartamenti a Boa Vista sono gestiti come camere d’albergo, con gli stessi servizi. Nei prossimi giorni verranno pubblicate le compagnie aeree che avranno accesso all’isola e l’elenco degli alloggi con certificazione sanitaria.

AGGIORNAMENTO 15-03-2020: Al momento non è segnalato alcun caso a Capo Verde, che rimane una meta turistica senza malati di Corona Virus. Molte compagnie aeree hanno sospeso i voli per il paese, si consiglia pertanto di informarsi rivolgendosi alla propria agenzia / tour operator o direttamente sul sito della compagnia aerea, per spostare o cancellare la propria vacanza.

IN GENERALE
Per tutte le istruzioni riguardo le buone pratiche da adottare prima di viaggiare, vi rimandiamo al link di viaggiare sicuri: VIAGGIARE A CAPO VERDE. Questa news viene aggiornata periodicamente.

Sito ufficiale COVID Capo Verde: https://covid19.cv/