mapa

Esenzione dal visto per l’ingresso a Capo Verde

Esenzione dal visto per l'ingresso in Capo Verde

A partire dal 1° gennaio 2019, l’elenco dei paesi esentati dal richiedere un visto turistico per entrare a Capo Verde è stato esteso alla maggior parte dei paesi europei. I visitatori che viaggiano da paesi appartenenti all’Unione Europea (incluso il Regno Unito) più Svizzera, Norvegia, Islanda e Lichtenstein non saranno più tenuti ad ottenere un visto per i visitatori all’ingresso, e si prevede che si estendano a Monaco, San Marino e Andorra.

Le entrate perse dai diritti di visto saranno integrate da una nuova tassa aeroportuale di 3400 scudi, con cittadini di Capo Verde e residenti stranieri esentati dal pagamento. L’esenzione dal visto consentirà soggiorni di un massimo di 30 giorni, dopo i quali è necessario richiedere un visto per il resto del soggiorno. I visitatori devono avere ancora un passaporto valido per almeno 6 mesi dopo l’ingresso e registrarsi presso le autorità di Capo Verde sul sito web EASE sottostante prima dell’arrivo.

Modulo di registrazione

La mossa è progettata per stimolare un maggiore interesse a Capo Verde come destinazione per le vacanze e aumentare la competitività nel settore del turismo.

Altre notizie interessanti

Nuova legge sull’alcool a Capo Verde – IGAE chiarisce i dubbi

Una nuova legge sull'alcol è entrata in vigore venerdì 4 ottobre, ma molti cittadini sono in dubbio e affermano di essere "confusi" con l'applicabilità della nuova legge. Tra le domande sollevate, c'è il dubbio se fosse vietato vendere bevande alcoliche nei bar, ristoranti, negozi di alimentari e locali pubblici. L'Ispettorato generale delle attività economiche (IGAE)

Formaggio di capra dall’isola di Boa Vista

Dalla scoperta dell’arcipelago, l’isola di Boa Vista è stata utilizzata per allevare bestiame, soprattutto capre, le cui carni e pelli hanno fornito navi che trasportavano schiavi in Brasile e sono stati prodotti di commercio con l’Europa. L’ isola non aveva produzione agricola diversa dal cotone. Il mais e i fagioli per il sostentamento della popolazione

Progetto “Imparando dalla natura”

L'educatrice e biologa Katia Regina ha dato a Infopress un feedback molto positivo dopo che i bambini della scuola primaria di Boavista hanno visitato il campo di ricerca della Fondazione Tartaruga sulla spiaggia di Boa Esperança, per il programma "Imparare dalla natura". Il programma è iniziato la mattina, quando la classe ha concordato un codice

La settimana della Morna a Boavista

La Morna è il genere musicale che identifica maggiormente il popolo capoverdiano. È veramente un simbolo nazionale, proprio come il tango è per l'Argentina, la rumba per Cuba, il fado per il Portogallo, ecc. Alcuni generi musicali di Capo Verde sono più o meno apprezzati in base all'età dell'ascoltatore, alla stagione, al paese di origine,

L’aumento delle temperature minaccia le tartarughe di Capo Verde

Secondo una nuova ricerca, l'aumento delle temperature potrebbe significare che nessuna tartaruga maschio si schiuderà in un terreno fertile entro la fine di questo secolo. Lo studio dell'Università di Exeter avverte inoltre che, entro il 2100, oltre il 90% dei nidi di tartarughe nelle isole di Capo Verde potrebbe incubare a "temperature letalmente alte", uccidendo

Help for Boa Vista

Help for Boa Vista Help for Boa Vista è un'associazione senza scopo di lucro che sostiene le popolazioni più povere delle isole di Capo Verde, in particolare a Boa Vista, con donazioni di articoli/ materiali, cibo non deperibile o soldi. I fondatori hanno visitato Capo Verde per la prima volta nel 2013, in particolare Boa