Il Primo Ministro Ulisses Correia ha detto che la sua visita a Boa Vista ha lo scopo di rafforzare il partenariato con il Comune, come è avvenuto in altri comuni. Tutto in modo che possano lavorare insieme sulle grandi sfide dell’isola, mettendo in evidenza la sicurezza e la riabilitazione di baraccopoli di Boa Esperança.

“La prima sfida è quella di risolvere i problemi della zona delle baracche, con alloggi di qualità e servizi igienico-sanitari. In secondo luogo, trasformare Sal-Rei in una città turistica, promuovendone la riqualificazione urbana e potenziando il suo lungomare, in modo che abbia abbastanza slancio affinché ci siano investimenti locali e permettere ai turisti di uscire dagli hotel. E infine, migliorare il livello di sicurezza sull’isola”, propone Ulisses Correia e Silva, sottolineando che solo così Boa Vista avrà un turismo inclusivo.

Quanto riguarda la sicurezza, il capo del governo ha sottolineato l’importanza della sicurezza sul lavoro, sia internamente che in termini di destinazioni turistiche, sia in termini di rispetto delle ordinanze comunali. A questo proposito, ha aggiunto il Primo Ministro, il Comune ha un ruolo importante in modo che i cittadini rispettino le norme, in particolare l’occupazione di strade pubbliche, le regole di organizzazione del commercio, l’edilizia, gli orari degli stabilimenti di notturni, la questione della vendita non regolamentata di alcol, tra le altre norme, che dovrebbero essere disciplinate in modo da creare un ambiente compatibile con ciò che è pensato per lo sviluppo dell’isola.

Infine, il premier ha informato che oltre a queste priorità, il governo farà altri investimenti, in particolare nei settori di acqua e di energia, fornendo all’isola la capacità di distribuzione in grado di tenere il passo con le dinamiche di crescita del turismo, e in materia di salute, di fornire risposte alla popolazione locale e rispondere alle richieste che il turismo impone.

Fonte: A SEMANA
Luogo: Boa Vista