UN PROLUNGAMENTO DEL SAHARA IN MEZZO ALL’OCEANO ATLANTICO

Boavista contiene un vero e proprio deserto nella parte nord-occidentale dell’isola: il deserto di Viana. Largo appena un chilometro e lungo circa 5 km, è caratterizzato da una sabbia chiara mescolata a granelli di terra nera. I venti oceanici trasportano continuamente immensi volumi di sabbia dal continente africano, depositandoli sull’isola di Boavista per effetto della conformazione del terreno e della vicinanza alla terraferma. Questa sabbia crea vere e proprie dune del deserto, intervallate da una rada vegetazione e alcune rocce vulcaniche molto scure. Il risultato di questo fenomeno è un’arcobaleno di colori e il passaggio veloce delle nuvole proietta sul terreno un’alternanza di luci e ombre quasi ipnotica.

Il paesaggio lunare, amplificato dalla totale mancanza di suoni artificiali, rende questo luogo un punto di sosta obbligato: è possibile girare a piedi senza fatica, nella tranquillità di essere a pochi passi dalla civiltà, senza pericolo di incontrare animali velenosi o sabbie mobili.

deserto viana boa vista
deserto viana boa vista
deserto viana boa vista

Questa goccia di sabbia nell’oceano, è protetta dal governo di Capo Verde, che ne vieta la circolazione a mezzi motorizzati e promuove la costruzione di veri e propri “muri” di pietra per limitare lo spostamento delle dune, che ogni anno sembrano progredire verso la costa. Vivere un’avventura nel deserto non è mai stato così facile!

Consigli

– I mezzi consigliati per raggiungere il deserto di Viana sono il pick up o il quad.
– Se andate per la prima volta, vi consigliamo di non andarci da soli: in questa pagina sono elencate le escursioni ufficiali. Attenzione ad andarci con persone che non abbiano regolare licenza o assicurazione.
– Date le sue piccole dimensioni, il deserto si presta a passeggiate molto semplici: portatevi dietro acqua e uno snack; in ogni caso, il telefono funziona benissimo anche qui.
– Il riflesso del sole sulla sabbia è come sulla neve: portatevi occhiali da sole, scarpe comode, crema solare e un cappello; in cima alle dune soffia molto vento, ma vale la pena salire per scivolare e scattarsi delle foto ricordo.
– Se avrete la fortuna di capitare in una notte di luna piena, un giro nel deserto al chiaro di luna sarà un’escursione indimenticabile!

deserto viana boa vista

LE ESCURSIONI

DESERTO DI VIANA IN QUAD

0
h
durata

La partenza è vicino all’aeroporto, con veicoli 4 ruote per 2 persone. Guidare il quad è molto divertente, molto stabile e condurlo dà l’impressione di volare. Passati per Rabil, una piccola cittadina, si arriva alle dune del deserto di Viana, magnifici muri di sabbia che si spostano con il vento e regalano un panorama da togliere il fiato. Vicino al deserto è presente un piccolo bar dove è possibile sostare e fare una passeggiata a piedi. Durante il tour si viaggi in fila indiana, per evitare di finire dentro voragini o punti pericolosi. La velocità di crociera permette al passeggero di fare foto e al guidatore di avere tutto sotto controllo. Le dune sono morbide, silenziose e la sabbia non scotta perchè molto chiara.

Una volta lasciato il deserto, si andrà verso nord per visitare la Cabo Santa Maria, uno degli ultimi relitti di Boavista. Qui il terreno è più impervio ma niente di preoccupante perchè le guide sono  esperte e conoscono ogni sentiero a memoria!

L’escursione è adatta anche ai bambini, a partire dai 7 anni. Non sono richieste particolari conoscenze tecniche e l’escursione termina dove ha iniziato.

2 POSSIBILI PARTENZE (tutti i giorni):
– Hotel Riu Touareg: 08.00 / 13.30
– Hotel Iberostar: 08.15 / 13.20
– Hotel New Horizon e Sal-Rei: 08.30 / 13.30
– Hotel Marine Club: 08.40 / 13.40
– Hotel Riu Karamboa e Chaves: 08.45 / 13.45

RIENTRO:
– Rientro previsto dopo circa 5h

TRASPORTO INCLUSO
Pick-up o pullman direttamente in hotel o in città. Ulteriori dettagli verranno forniti dopo la prenotazione.

PREZZO ESCURSIONE
70€ moto singola
85€ moto doppia
Pagamento in loco, nessun pagamento anticipato

Perchè vedere il deserto di Viana in quad?

Come una specie di mini rally, in totale sicurezza, si passa attraverso campi sterminati di terra rossa, quasi marziana, per giungere in un luogo talmente silenzioso e magnifico da sentirsi su un altro pianeta. E il quad dà quel pizzico di avventura che amplifica l’esperienza.